Cosa significa EDR?

L’EDR è la voce retributiva che costituisce uno degli elementi base della retribuzione di un lavoratore dipendente appartenente al settore privato.

L’EDR viene erogato dal 1 gennaio del 1993 a tutti i lavoratori dipendenti del settore privato, ad esclusione dei dirigenti, mensilmente per 13 mensilità e ammonta a 10,33 €, senza alcuna distinzione di qualifica e fra i vari contratti collettivi applicati.

EDR nella busta paga

La suddetta voce retributiva si somma alla busta paga e alle altre voci a carattere fisso e continuativo e incide sulla retribuzione mensile fissa del dipendente, in base a cui vengono calcolate le altre voci retributive e viene inserito nel calcolo per la determinazione di ferie, tredicesima, permessi retribuite, congedo matrimoniale, trattamenti economici per malattia, infortunio, maternità, trattamento di fine rapporto, preavviso e cassa integrazione guadagni.

Viene invece escluso nel calcolo della mensilità oltre la tredicesima, dei premi di produzione, degli straordinari, delle indennità sostitutiva di ferie non godute, delle festività che non cadono di domenica.